Da Asphinforma n° 19 dell'Associazione Asphi di Bologna

CREATIVI IN ERBA CON IL PC

Silvia è una splendida bambina di otto anni affetta da atrofia muscolare spinale che, dall'età di due anni, la costringe a trascorrere le giornate a letto ed a respirare grazie ad un respiratore a cui è collegata 24 ore su 24. Silvia, che deve essere assistita continuamente dai familiari, ha un unico movimento residuo, quello della mano sinistra. Ed è proprio grazie a questo che la bambina può utilizzare il personal computer, attraverso un mouse adatto alle sue esigenze e di software particolari, quali la videotastiera. Silvia ha una vivacità e intraprendenza non usuali per una bambina di soli otto anni e questo le consente di superare numerosi ostacoli. "La bambina mostra molto interesse per le attività che proponiamo - spiega Marco Balia, responsabile di Abilmatica, il Centro Formativo che ha seguito Silvia nel suo percorso - ed anzi ha "sete" di nuove proposte. Le interessa in modo particolare tutto ciò che è multimediale e tutto ciò che può costruire da sola e personalizzare. Da qui è nata l'idea di realizzare un sito Internet che contenesse i suoi lavori, che è stata accolta dalla bambina con grande entusiasmo". Il risultato è www.supersilvia.it, che dimostra concretamente a tutti che anche Silvia, nonostante il suo handicap, è capace di creare in autonomia (e, oltretutto, realizzando qualcosa che è normalmente precluso ai suoi coetanei!). L'informatica è per lei di fondamentale importanza: Silvia con il suo PC ha la possibilità di esprimere le proprie potenzialità, e soprattutto di farlo in modo autonomo. È inoltre uno strumento che le serve in ambito scolastico e le consente di rimanere in contatto virtuale con la sua classe, con la quale si connette diverse volte nella settimana. Da sottolineare il supporto fondamentale della famiglia che, sempre presente e propositiva, consente un intervento efficace ed utile. Le attività attuate sono state possibili grazie anche all'intervento degli assistenti sociali e dell'amministrazione comunale di Narcao in provincia di Cagliari, dove Silvia risiede. Il caso di Silvia è uno dei molti seguiti da Abilmatica, un Centro Formativo privato nato nel 2000 per offrire alle persone disabili servizi di formazione attuati con l'ausilio delle nuove tecnologie informatiche. Gli utenti sono in prevalenza disabili motori, anche se sono presenti alcuni casi di persone con gravi deficit cognitivi. Al momento della presa in carico viene elaborato, in accordo con la famiglia e con gli operatori che si occupano del caso, un progetto individualizzato dove vengono descritte le attività previste e gli obiettivi da raggiungere, attuando un "percorso formativo" che è sempre costruito sulla realtà della singola persona. Le attività attuate dal centro si sviluppano sia in aula - presso una struttura attrezzata - sia domiciliarmente, come nel caso di Silvia. In questa ipotesi, prima dell'attuazione dell'intervento è ovviamente necessario organizzare presso il domicilio dell'utente una postazione informatica dotata di ausili adatti alle proprie esigenze.